CENTO ANNI, UNA PASSIONE

La nostra attività, nata nel 1914, iniziata con il commercio di carbone, cemento e gesso, e in seguito con la produzione di calce, nel tempo si è sempre adeguata alle veloci e radicali trasformazioni del mercato, aggiornandosi sui nuovi materiali per l'edilizia in continua evoluzione.

Manteniamo tutt’ora una conduzione familiare, che ci permette di garantire attenzione mirata ai singoli clienti, con sensibilità, cortesia e dedizione, mettendo a disposizione consulenza e suggerimenti con serietà e professionalità, frutto della nostra decennale esperienza.

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

PASSATO E PRESENTE

image

Grisa Vittorio

La prima generazione

image

Grisa Cesare

La seconda generazione

image

Grisa Franco

La terza generazione

image

Grisa Cesare e Paolo

La quarta e quinta generazione

IL NOSTRO LIBRO

Abbiamo voluto festeggiare i nostri cent’anni di attività e celebrare chi ci ha preceduto. Ci siamo regalati un libro che è la storia della nostra passione. Un volume ricco di notizie, documenti, curiosità. Che fa anche del bene.
"La famiglia Grisa di Avigliana. L’azienda, il lavoro e una storia lunga cento anni" - Elena Portigliatti Cordola (a cura di Giuseppe Martinacci). Realizzazione e stampa: Il Graffio, Borgone Susa 2014

Dove trovarlo:
Associazione ONLUS "Progetto Giada", via Tetti San Mauro, Almese
Grisa Edilizia, Corso Torino 102, Avigliana
Libreria Emmegi, Piazza San Lorenzo 30, Giaveno



IL PROGETTO GIADA

L’Associazione "Progetto Giada" Onlus, si prefigge di accogliere, assieme alle loro famiglie, i bambini affetti da gravi patologie prevalentemente oncologiche offrendo loro un ambiente accogliente, sereno e NON trattati come dei malati, nel post dimissione dagli ospedali e tra una terapia e l’altra prescritte dagli enti sanitari, non in sostituzione agli stessi ma in continuità operativa ai medesimi, NON quale struttura di ospitalità ma quale struttura straordinaria di particolare recupero del benessere.
Per amor di precisazione: l’obiettivo del "Progetto GIADA" è prendersi cura, non di curare, non solo i piccoli pazienti oncologici ma anche i bambini e gli adolescenti che si trovano a confrontarsi con la malattia cancro insorta in familiari diretti.